COMUNICATO  STAMPA

 

Comunicato stampa Lilt su Conferenza stampa odierna presentazione evento ‘Nastro Rosa 2015’ a Guardiagrele

 

 

Duecento ‘Sise delle Monache’, dolce tradizionale guardiese, offerte da due artigiani pasticceri di Guardiagrele, Palmerio e Lullo, per raccogliere fondi da destinare alla Campagna del ‘Nastro Rosa 2015’ per la prevenzione del tumore al seno. È l’iniziativa che si svolgerà domenica prossima, 25 ottobre, nella piazza principale di Guardiagrele, piazza Santa Maria Maggiore, dove, dalle 10 alle 13, sarà posizionato lo stand della Lilt – Lega Italiana Lotta ai Tumori – Sezione Abruzzo, con i volontari che distribuiranno anche opuscoli, informazioni utili e gadget. L’evento è stato presentato stamane nel corso di una conferenza stampa svoltasi alla Provincia di Pescara, alla presenza del Presidente Antonio Di Marco, del Presidente della Lilt Regionale, il professor Marco Lombardo, del chirurgo della mammella Rossella Giovannelli, degli assessori del Comune di Guardiagrele Inka Zulli e Marilena Primavera, del capogruppo consiliare Ambra Dell’Arciprete, oltre al vicepresidente della Lilt Milena Grosoli e al membro del Direttivo Paolo Lucente.

 

“L’iniziativa – ha spiegato il professor Lombardo – fa capo alla Lilt regionale e vede la collaborazione delle Sezioni di Pescara e di Chieti, che saranno presenti in piazza domenica. Il mese di ottobre è quello annualmente dedicato al ‘Nastro Rosa’, ossia il mese in cui in tutta Italia si eseguono visite gratuite per la prevenzione del tumore della mammella, che è un tumore strano perché gli screening nazionali coprono tutte le donne della fascia di età compresa tra i 50 e i 69 anni, ma oggi noi stiamo assistendo a un deciso incremento doppio di tale patologia nelle donne più giovani, di età compresa tra i 25 e i 49 anni che sono le meno protette, e allora la Lilt rivolge la propria attenzione in modo particolare a queste donne, facendo loro le visite gratuite. Per promuovere l’importanza della prevenzione domenica saremo di nuovo in piazza ma a Guardiagrele”. “Nello specifico – ha spiegato la dottoressa Giovannelli, di origini guardiesi – abbiamo deciso di abbinare il tema della prevenzione della salute con un simbolo di Guardiagrele, ossia il nostro dolce tipico, le ‘Sise delle Monache’ che domenica offriremo ai cittadini con il classico fiocco rosa della Lilt. Due storici artigiani pasticceri del posto, Lullo e Palmerio, metteranno a disposizione della Lilt regionale duecento ‘Sise delle monache’ già confezionate e il ricavato della vendita sarà devoluto per finanziare le visite e i controlli gratuiti già partiti”. “L’amministrazione comunale di Guardiagrele – ha detto l’assessore Zulli – ha accolto subito con entusiasmo l’invito a patrocinare l’evento che vede il felice connubio tra Comune e Lilt per prevenire e per fare informazione sulla prevenzione. L’invito dunque che rivolgiamo alla popolazione è quello di venire in piazza domenica mattina per imparare a tutelare la propria salute e per acquistare le Sise in confezione speciale. Ma soprattutto come assessore mi preme anche sottolineare il ruolo del volontariato, senza il quale iniziative simili non sarebbero possibili”. “Fare il Presidente di una provincia bella come quella di Pescara – ha detto Di Marco – diventa significativa se il Presidente riesce a capire le esigenze della collettività che rappresenta. E credo che l’Istituzione Provincia sulla difesa della salute e sulla prevenzione, a sostegno del lavoro svolto dalla Lilt, debba fare di più, le Istituzioni sono infatti gli interlocutori diretti dei cittadini, e a volte anche la pigrizia, l’incuranza della nostra salute, ci induce a sottovalutare l’importanza degli screening, non tutti i cittadini sono allenati a far sì che ogni aspetto della propria esistenza sia ogni tanto monitorato. Le Associazioni come la Lilt fanno grandi cose, che però se non sono percepite sul territorio come funzionali al nostro benessere, rischiano di veder disperse energie enormi. L’iniziativa organizzata a Guardiagrele ha il merito di solleticare il palato per far riflettere sulla prevenzione e anche sollecitare un piccolo investimento sulla ricerca, un evento dunque che è un ottimo veicolo di informazione. Con la Lilt regionale e il professor Lombardo ora porterò avanti una sfida ulteriore, in qualità di Coordinatore delle Province d’Abruzzo: insieme sottoscriveremo un Protocollo d’intesa per dire che le Province abruzzesi dovranno essere più protagoniste nell’attività di tutela della salute dei cittadini. Personalmente sto invece predisponendo una lettera che invierò a tutte le donne del mio paese, Abbateggio, per sollecitarle ad approfittare del mese della prevenzione della Lilt per fare la visita al seno”.

 

 

 

Pescara, 22 ottobre 2015