COMUNICATO  STAMPA

 

 

 

 

 

Comunicato stampa della Lilt su prima riunione della Consulta Femminile della Lilt-Pescara

 

 

 

Prima riunione ufficiale della Consulta Femminile della Lilt-Lega Italiana Lotta ai Tumori, sezione di Pescara, l’Organismo istituito per affiancare il lavoro del Consiglio Direttivo, presieduto dal professor Marco Lombardo, svolgendo un ruolo consultivo e propositivo sulle iniziative adottate dall’Associazione. Un vertice, quello di ieri, teso a fissare le prossime campagne di sensibilizzazione, a partire da quella contro il melanoma, con gli screening rivolti alla popolazione, ma anche a determinare un obiettivo: riuscire ad attrarre quelle risorse ed energie strategiche, utili a consentire alla Lilt di fare prevenzione contro l’insorgenza delle malattie oncologiche 365 giorni l’anno, tenendo sempre aperte le porte e gli ambulatori di Casa Lilt per visite gratuite alla popolazione. Presenti all’incontro il Presidente della Lilt-Sezione di Pescara, il professor Lombardo, e poi le componenti della Consulta, ossia la dottoressa Nicoletta Verì, Gemma Andreini (Presidente della Commissione regionale Pari Opportunità), la dottoressa Elisabetta Plevano (Presidente incoming del Rotary Pescara Ovest ‘G.D’Annunzio’), il notaio Donatella Quartuccio, la dottoressa Monica Di Pillo, la dottoressa Maria Elisabetta D’Angelo, e la professoressa Luciana Vecchi, Dirigente scolastica.

 

“L’anno della Lilt è iniziato in maniera tumultuosa con la Settimana della Prevenzione, svoltasi a febbraio scorso – ha ricordato il Presidente Lombardo -, una settimana nel corso della quale abbiamo spiegato in piazza, ai cittadini, cos’è la prevenzione primaria, quindi quanto l’alimentazione possa incidere sulle malattie tumorali, cercando di far capire che un corretto stile di vita, associato a una sana alimentazione, ci consente di abbattere l’incidenza dei tumori del 30 per cento. Se poi riusciamo anche a eliminare delle abitudini, come il fumo, e alcune malattie, come l’epatite virale o il papilloma virus, abbattiamo il tumore di un altro 10 per cento. Nelle piazze abbiamo informato circa i poteri dell’olio d’oliva, che è un potente antiossidante, e anche delle novità della ricerca. Poi siamo tornati nelle scuole, Liceo Classico ‘D’Annunzio’ e Liceo Scientifico ‘Galilei’, con il Progetto ‘Sistema salute’, per portare avanti la prevenzione primaria tra i più giovani: l’obiettivo è quello di creare tra i ragazzi degli ‘operatori di prevenzione’, capaci poi di agire efficacemente nelle famiglie e tra i coetanei. Il lavoro si chiuderà con la realizzazione di un prodotto che presenteremo a settembre nel corso di un Convegno internazionale di oncologia. Nel frattempo abbiamo chiuso un gemellaggio tra la Lilt e l’Accademia Naiadi Calcio, nell’ambito del progetto Sportica, che ufficializzeremo nei prossimi giorni. Nell’ambito della prevenzione secondaria, ossia delle azioni volte a favorire una diagnosi precoce della malattia – ha proseguito il Presidente Lombardo – proprio il 19 maggio partirà la campagna per l’individuazione dei tumori cutanei e del melanoma, una forma patologica importantissima perché il melanoma colpisce soprattutto i giovani, ed è la prima causa di morte dei giovani fino a 35 anni. Per il 26 e 27 settembre prossimi stiamo organizzando un grande Congresso sull’Oncologia presso il Porto turistico di Pescara: nella prima giornata analizzeremo i vari ruoli sociali nell’ambito della prevenzione, quindi quello del medico, ma anche del giornalista o del nutrizionista o dell’oncologo; nella seconda giornata avremo attività di intrattenimento, dedicate al benessere e alla prevenzione primaria, quindi l’attività fisica, il Nord Walking, e tra i relatori ci saranno proprio gli studenti con cui stiamo portando avanti i nostri progetti. Fra l’altro abbiamo ottenuto anche la partnership dell’Istituto Alberghiero che preparerà il lunch, e che sta cercando di rintracciare gli studenti con i quali, anni fa, la Lilt aveva realizzato un primo ‘ricettario’ della salute. A ottobre ci sarà il classico mese della prevenzione senologica-nastro rosa, e quest’anno avremo a disposizione anche un nuovo ecografo appena acquistato. Nel 2014 abbiamo visitato gratuitamente oltre 500 donne. E ovviamente ci interessano quelle visite che hanno permesso una diagnosi precoce della malattia. Ma ora la Lilt ha un obiettivo: noi vogliamo tenere aperti i nostri ambulatori di Casa Lilt sempre, per tutta la prevenzione delle malattie oncologiche, e per farlo abbiamo bisogno di supporto, sostegno, risorse e strumenti, oltre che di capacità progettuale anche da parte della Consulta Femminile che è chiamata ad affiancarci nel divulgare iniziative e possibilità di crescita”. Nel corso della riunione, la stessa Consulta Femminile ha proposto l’organizzazione di “serate a tema per informare i cittadini e per consentire di raccogliere le migliori energie del territorio attorno ai progetti concreti portati avanti dalla Lilt”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pescara, 13 maggio 2015